5 motivi per scoprire il Valdarno in Bici

Novembre 2021

Di cosa si parla

5 ragioni per tour in bici in Valdarno; i migliori percorsi in bici

La Toscana è senza dubbio una delle più celebri regioni da esplorare in bicicletta. In molti conoscono i famosi percorsi del Chianti o della Val d’Orcia. Tuttavia la Toscana presenta moltissime altre aree di grande interesse ciclistico e paesaggistico – ancora poco battute – non meno intrise di storia, cultura e tradizioni. 

Noi di Bestbikehotels vogliamo condividere con voi la nostra conoscenza dell’area e, in particolare, le 5 ragioni per pedalare in una precisa area della Toscana: il Valdarno, l’area compresa tra Firenze ed Arezzo.

Conosciamo il Valdarno molto bene e lo apprezziamo per svariate ragioni. In primis, la sua posizione strategica e ben servita da ferrovia e autostrada (A1). E’ molti facile raggiungere il Valdarno e scoprirne – con grandissimo piacere – le bellezze!

Come arrivarci:

Sia in treno che in automobile (uscita ‘Valdarno’) San Giovanni Valdarno è il punto di partenza ideale per scoprire le bellezze della valle. In alternativa, anche Montevarchi o Figline sono dei punti di ingresso comodi. Tutti i suddetti paesi sono facilmente raggiungibili con comodi treni regionali in partenza da Firenze, Roma o Arezzo.

Le peculiarità morfologiche del Valdarno e le sue attrattive storico-artistiche la rendono una metà ideale e variegata sia per giri in giornata,  sia per week-end durante i quali poter scoprire una delle zone meno conosciute ma non per questo meno affascinati delle Toscana.

Ecco le 5 ragioni per visitare il Valdarno in Bicicletta seguendo gli itinerari di Valdarno Bike Road:

1 - Terra di artisti

In pochi sanno che San Giovanni Valdarno è il paese natale di uno dei più grandi artisti innovatori del Rinascimento: Masaccio. Lungo il corso principale del piccolo paese si trova Casa Masaccio, centro sperimentale ed espositivo di arte contemporanea. Per ammirare un’ opera incredibile del Masaccio, ancora conservata nel luogo d’origine, recatevi al Museo Masaccio di Cascia di Reggello, un piccolo ma imperdibile museo annesso alle Pieve ed ospitante il Trittico di San Giovenale, più comunemente conosciuto come Il Trittico del Masaccio, considerato l’opera prima del rinascimento fiorentino.

Pare che anche Dante Alighieri sia passato dal Valdarno: c’è chi sostiene che proprio qui abbia incontrato il traghettatore da cui trasse ispirazione per il suo celebre Caronte della Divina Commedia. Affrontata il percorso ciclistico La Valle dell’Inferno per saperne di più!

2 - Cultura ciclistica

Ogni giorno, e specialmente nel fine settimana, le strade del Valdarno si riempiono di ciclisti. Ogni famiglia annovera almeno uno dei suoi membri come ciclista appassionato e praticante, almeno a livello amatoriale, e ogni nucleo familiare possiede svariate biciclette pronte all’uso. Questo spiega forse l’alto numero di meccanici e officine ciclistiche nell’area, come Denio (ufficialmente D-bike 9-999) il nostro preferito a San Giovanni Valdarno!

La morfologia dell’area e lo spirito degli abitanti la rendono ideale sia per l’allenamento che per il piacere del cicloturismo. Alcuni percorsi più impegnativi rimarranno memorabili per coloro che amano le lunge tappe di montagna, come l’itinerario del Pratomagno, che include anche strade panoramiche come la Setteponti che offrono gentili e godibili “mangia e bevi” con viste mozzafiato sulla valle.

3 - Enogastronomia

San Giovanni Valdarno è il presidio slow food della Tarese, una “pancetta” dalle dimensioni inusuali prodotta utilizzando sia la paletta che l’arista di selezionati maiali. Nelle strade del centro di San Giovanni preso la Macelleria Fabrini potrai assaggiare il delizioso salume. Il Valdadarno inoltre produce vini sin dall’antichità ed anche oggi è disseminato da numerose aziende agricole e produttrici di olio extravergine di altissima qualità.  Per gustare le prelibatezze del Valdarno in bici visitate la Via dell’Olio e la Via del Fagiolo Zolfino!

4 - Ospitalità

Il Valdarno è abitato da gente pratica ma calorosa, pragmatica ma sincera e di compagnia. Questo mix irresistibile è forse dato dal recente ed operoso passato degli abitanti dell’area. Alcuni dei loro progenitori hanno lavorato duramente per estrarre la lignite, un combustibile fossile presente fino a pochi anni fa all’interno della grande area mineraria di Santa Barbara. L’area, di grande interesse per l’archeologia industriale, è visitabile attraverso il percorso ciclabile la Via della Lignite, altissimamente consigliata!

5- Bellezze naturali

Pedalando nel Valdarno sono spesso visibili alcune formazioni geologiche tipiche che attraverso i secoli hanno colpito l’attenzione di viaggiatori e pittori: le balze del Valdarno, rilievi di detriti stratificati composti da sabbia, argilla, ciottoli e ghiaia. Si sostiene addirittura che alcuni dettagli dello sfondo alla Gioconda di Leonardo Da Vinci siano ispirati al panorama del Valdarno, quali le suggestive balze ed il ponte di Buriano.

Per rimanere aggiornati sui più bei percorsi in bici, visitate e seguite Best Bike Hotels!

ARTICOLI CORRELATI

Scopri percorsi e servizi e crea la tua vacanza in bici!